AvvisoAvviso

XXXI Congresso Nazionale della SIFL
Fare click qui per visionare il primo annuncio della manifestazione congressuale

 

FOCUS sulla tecnica della safena esclusa (ESVT) di Maurizio Pagano

La Tecnica della Safena Esclusa si propone come valida alternativa alla chirurgia tradizionale (safenectomia associata a crossectomia), avendo il vantaggio di essere più gradita e meglio tollerata dal paziente in quanto prevede l’utilizzo di un’anestesia locale pura. Ciò permette l’esecuzione della procedura senza la necessità dell’assistenza anestesiologica in sala operatoria.
La tecnica si articola nei seguenti tempi chirurgici:
1. crossectomia selettiva inferiore: consiste nella legatura della vena grande safena e delle collaterali inferiori, ossia i vasi che afferiscono alla crosse safeno-femorale dal basso (safena anterolaterale, posteromediale, tronchi comuni con le collaterali superiori), risparmiando le collaterali superiori (epigastrica, circonflessa e a volte anche la pudenda) e lasciandole libere di drenare nel moncone safenico residuo;
2. legatura della safena incontinente, esclusa distalmente a livello dell’emergenza della collaterale varicosa R3, punto in cui la stessa safena incontinente diventa continente (quest’ultima viene lasciata in situ);
3. varicectomia della suddetta collaterale varicosa R3;
4. introduzione mediante catetere (Flochat Hydrogel luer-lock 40 cm Nelaton con punta smussa Ch 10-12 con due fori) di soluzione sclerosante sotto forma di mousse di polidocanolo al 3% nella safena esclusa distalmente.
L’esclusione della safena incontinente garantisce una maggiore efficacia della soluzione sclerosante che permane per più tempo a contatto con le pareti della vena ed impedisce che il farmaco si distribuisca anche alle collaterali varicose, riducendo notevolmente il rischio di flebiti e di discromie cutanee che si verificherebbero data l’alta percentuale dell’agente sclerosante. L’utilizzo del catetere garantisce un’uniforme distribuzione della soluzione lungo l’intero asse della vena.
Il trattamento della safena con il singolo impiego della scleromousse mediante puntura ecoguidata diretta è molto ben tollerato dai pazienti in quanto non necessita di alcuna anestesia ed è una tecnica praticabile in ambiente ambulatoriale. Tale procedura, però, può essere complicata da un alto tasso di ricanalizzazione soprattutto nel caso di safene di calibro significativo. Il tasso di ricanalizzazione si riduce in modo significativo se la tecnica viene eseguita mediante l’utilizzo di un catetere posizionato in safena rispetto alla semplice puntura diretta ecoguidata. Anche in quest’ultimo caso il limite è rappresentato dalle dimensioni della safena da trattare. Se al trattamento della safena con scleromousse mediante puntura diretta viene associato una crossectomia safeno femorale, il tasso di ricanalizzazione si riduce ulteriormente. Risultati migliori si dimostrano se alla crossectomia viene associato il trattamento della safena con scleromousse mediante catetere. Infine, l’associazione di crossectomia, esclusione della porzione della safena incontinente e trattamento di tale porzione della safena con scleromousse, rappresentata dalla ESVT, garantisce un ottimo risultato anche nel caso di safene di grandi dimensioni.
La Tecnica della Safena Esclusa oltre a proporsi come alternativa alla chirurgia tradizionale (crossectomia e stripping) per l’approccio anestesiologico, rappresenta una valida alternativa anche alle tecniche endovascolari (laser e radiofrequenza) soprattutto in condizioni anatomiche ed emodinamiche avanzate: safene di grosso calibro, reflussi ostiali ad alta portata, anomalie anatomiche alla crosse o aneurismi safenici alla crosse. Infine, merita una considerazione anche l’aspetto economico di tale procedura che risulta essere di gran lunga meno costosa rispetto alle tecniche mininvasive endovascolari.
In conclusione, tale tecnica si è dimostrata molto efficace nel garantire risultati validi e consolidati negli stadi anatomici ed emodinamici avanzati della Malattia Venosa Cronica (MVC) e si è dimostrata superiore rispetto alla chirurgia tradizionale ed alle tecniche endovascolari mininvasive in termini di insorgenza di recidive, invasività, riproducibilità, tolleranza da parte del paziente, ripresa postoperatoria e costi.

Fare click qui per visionare il video del trattamento mediante ESVT della grande safena

Fare click qui per visionare il video del trattamento mediante ESVT della piccola safena

 

Report sulla 5° Edizione delle Giornate Senesi di Flebolinfologia

Si è tenuta a Siena nei giorni 6 e 7 maggio 2022 la 5° Edizione delle Giornate Senesi di Flebolinfologia sotto l'egida della Società Italiana di Flebolinfologia e con il patrocinio dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Siena. È stato un bellissimo evento. Tutte le Relazioni, i commenti e le discussioni che ne sono seguite con i presenti in aula sono state di altissimo livello scientifico. Tutti i componenti del Consiglio Direttivo della SIFL si sono distinti per brillantezza ed equilibrio. E' stata una miscela vincente di colleghi giovani e rampanti e di colleghi meno giovani, ma di grande esperienza e professionalità. La presenza alla manifestazione scientifica dei 2 attuali VicePresidenti mondiali dell'Unione Internazionale di Flebologia, i carissimi amici Lorenzo Tessari e Sergio Gianesini, nostro candidato alla prossima Presidenza mondiale della UIP, ha reso l'evento di natura internazionale, anche perché con il commento di Gianesini è stato proiettata la video relazione del Prof. Joseph Raffetto di Boston (USA) sulle più recenti acquisizioni in tema di fisiopatologia e clinica della malattia venosa cronica. È stato un incontro scientifico fortemente caratterizzato dalla serenità, semplicità, sincera cordialità e vera amicizia. La SIFL è "una famiglia" sana e forte, impegnata nella divulgazione delle più moderne conoscenze scientifiche e in più ambiti di ricerca, grazie al contributo dei più giovani ed entusiasti colleghi. Ad maiora.
L'organizzatore del convegno, nonché Segretario Esecutivo Nazionale della SIFL. Prof. Giuseppe Botta

Programma scientifico
Cliccare qui per prendere visione del programma scientifico dell'evento congressuale.

Ultime notizie dal mondo della Sanità